Locazioni: imposta di registro annualità successive
22/02/2013 - 1.831 visite in un giorno, il blog continua a crescere.... 1.831 GRAZIE! (dati Google Analytics)

giovedì 3 novembre 2011

Locazioni: imposta di registro annualità successive

Una volta registrato il contratto di locazione, qualora si optati per il pagamento annuale dell'imposta di registro, ogni anno, alla scadenza c'è tempo 30 giorni dall'inizio della nuova annualità per il rinnovo della locazione. Il pagamento ammonta al 2% calcolato sul canone annuo e va effettuato tramite modello F23 in banca o alle poste indicando il codice tributo 112T (imposta di registro per contratti locazione fabbricati - annualità successive).
Trascorsi 30 giorni dall'inizio della nuova annualità è ovviamente ancora possibile effettuare il pagamento con le seguenti modalità:
caso 1) se il pagamento è effettuato entro ulteriori 30 giorni, dovrà essere pagata anche una sanzione pari al 3% dell'imposta dovuta.
caso 2) Se il pagamento viene effettuato entro 12 mesi, dovrà essere pagata una sanzione del 3,75% dell'imposta dovuta.
caso 3) Se il pagamento dell'imposta di registro avviene entro 15 giorni dalla scadenza, potrà essere pagata una sanzione pari allo 0,20% calcolato per ogni giorno di ritardo.
caso 4) Se il pagamento avviene con oltre 1 anno di ritardo dovrà essere pagata la sanzione per intero pari al 30%.
Si ricorda inoltre che:
a) dovranno essere liquidati anche gli interessi legali calcolati giorno per giorno, pari all'1% dal 1 gennaio 2014 (D.M. Economia 12.12.2013)
b) che per il pagamento dell'imposta di registro delle annualità successive alla prima non sussiste il valore minimo di 67 € come per la prima annualità
c) gli importi relativi all'imposta di registro vanno arrotondati all'unità di euro: per difetto, se inferiore a 50 centesimi, per eccesso se uguale o superiore.
Facciamo un esempio pratico:
2° anno di locazione – canone annuo 3.000 € - pago in ritardo di 120 giorni (quindi mi trovo nel caso 2)
- Imposta dovuta (2% su canone annuo senza limite a 67€) = 60 € che dovrete indicate nel modello F23 con il codice tributo 112T
- Sanzione del 3,75% su 60 € = 2,25 € che dovrete indicare nel mod. F23 con il codice tributo 671T (sanzione pecuniaria imposta di registro)
- Interessi 1,5%  che andranno calcolati con la formula: (60 x 1 x 120) / 36000 = 0.2 € che dovrete indicare nel mod. F23 con il codice tributo 731T (interessi su tasse)
Sul mod. F23 dovrete riportare anche il codice dell'Ufficio del registro territorialmente competente (vedi qui), la causale del versamento SZ (Sanzioni pecuniarie) e l'anno a cui si riferisce la violazione.
Riferimenti normativi:
D.M. Economia 12.12.2013
Finanziaria 2011
art.13 del D.lgs.471/97 modificato dal DL 98/2011
Circolare Ministero delle Finanze 138/E/2000.
Chi ha letto questo articolo ha letto anche:
Come compilare il modello F23
Come adeguare il canone di affitto

Share|
Stampa il post

404 commenti:

  1. Buongiorno,
    nell esempio da lei indicato,
    non capisco se è possibile effettuare il pagamenteo tramite un unico modello F23 oppure due diveri: uno per l'imposta annuale, e uno per la sanzione + interessi.

    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. basta un unico f23 sia per l'imposta sia per sanzioni ed interessi, specificando i vari codici e l'ammontare negli appositi spazi

      Elimina
    2. Grazie mille Luca!.

      E per quanto riguarda il punto 9. Causale cosa metto a questo punto?

      grazie infinite,
      per il supporto!

      utilissimo blog.

      Elimina
    3. SCUSI, MA OCCORRE TENERE CONTO DELLA RIVALUTAZIONE ISTAT PER IL CALCOLO DEL 2% OPPURE SI CALCOLA SUL VALORE DEL CONTRATTO ORIGINARIO?
      GRAZIE

      Elimina
    4. buonasera,
      ci sono altre spese da indicare sul mod. F23?
      se si, mi direbbe il codice e l'importo.
      Ringrazio e porgo cordiali saluti

      Elimina
    5. Si, si tiene conto della rivalutazione. non deve indicare altre spese oltre l'imposta di registro e, se ci sono, sanzioni per ritardo e interessi

      Elimina
  2. SCUSAMI NON HO CAPITO PERCHè SUGLI INTERESSI FAI DIVISO 36000? I 36000 SU COSA SONO BASATI? O SONO FISSI?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è fisso, 360 sono i giorni dell'anno commerciale

      Elimina
  3. AH POI UN'ALTRA COSA... ALLORA IL CONTRATTO E' STATO FATTO L'11 MAGGIO 2010 LA PROPRIETARIA DI CASA NELL'ANNO 2011 HA PAGATO L'IMPOSTA PER LA SUA PARTE CIOE' 60 € ORA IO DOVREI PAGARE I MIEI 60 € CON SANZIONE E INTERESSI, CHE DA COME DICI STO CON 327 GIORNI DI RITARDO, QUINDI RIENTRO NEL CASO 2 E PAGO LA MIA META' CON SANZIONE 2.25 € E 0.82 € DI INTERESSI ESATTO? GRAZIE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si giusto, ora non ricordo gli arrotondamenti, ma visto le cifre irrisorie arrotonda a 2.50€ e 1 €.

      P.s. se vogliamo cercare il pelo nell'uovo (ma visto le cifre lo faccio solo a titolo informativo)la sanzione e gli interessi dovrebbe pagarli anche la proprietaria, perché lei non ha assolto il suo compito pagando solo la metà. Infatti siete entrambi coobbligati al pagamento per intero dell'imposta di registro, il primo che l'assolve solleva l'altro da tale obbligo e può pretendere il rimborso della metà.

      Elimina
  4. mi aiuteresti a risolvere questa questione:
    ho sbagliato a pagare F23 per annualità successiva, perche ho considerato importo anno precedente (è un contratto soggetto ad IVA quindi 1%) ma per il 2012 il fitto è aumentato, ora faccio il calcolo e pago la differenza dovuta con il codice 112T, Ma per quanto riguarda il calcolo per i codici 671T e 731T che importo devo tenere in considerazione? quello totale o la differenza che sto andando a pagare?
    grazie
    Stefania

    RispondiElimina
  5. Ciao, volevo chiederti, poichè sono l'affittuario di una casa e la mia proprietaria mi ha chiesto la cortesia di vedere di riuscire autonomamente a pagare la tassa di registro del secondo anno, ora avendo letto tutta la parte superiore della pagina, ho capito che dovrei mettere nell'f23 (considerato che l'anno è scaduto il 10 gennaio):
    Causale SZ anno 2011
    Cod. Trib. 112T 60,00 €
    Cod. Trib. 671T 2,50 €
    Cod. Trib. 731T 0,50 €
    ho provveduto ad arrotondare le cifre, ora la mia domanda è per prima cosa se è tutto corretto, poi se l'importo totale pari a 63,00 €, lo dobbiamo pagare entrambi a metà o se bisogna fare 63,00 € a testa.
    Ti ringrazio anticipatamente, Saluti Fabio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabio, Lo paghi tutto tu (63 €) e poi chiedi il rimborso della metà (31,5 €) al proprietario.

      Elimina
  6. ciao Luca,
    vorrei gentilmente avere qualche chiarimento rigurado a questo :
    l'imposta di registro è riferita ad un contratto di affitto 4+4
    inizio contratto 11-2006 , ma al 6-2009 recedo il contratto
    per trasferimento, ora mi chiedono di pagare imposta di registro x il 2009
    con il codice su f24 112T , ma devo pagare?
    ciao e grazie.
    Franco

    RispondiElimina
  7. volevo sapere nel caso di contratto di locazione stipulato per la durata di anni 4, con intero periodo già pagato, alla fine della risoluzione del contratto e senza ulteriore rinnovo, si devono pagare i 67 euro di cessione contratto con codice 110T o non si deve pagare niente dato che il contratto è risoluto già per il termine prestabilito?
    Grazie. Ciao, Fabio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabio,
      se è giunto a naturale scadenza non devi pagare niente

      Elimina
    2. perfetto.. grazie ;) Bel blog, ciao Fabio.

      Elimina
  8. Ciao Luca, sono sempre io Fabio, volevo poggerti il seguente quesito. Ho un contratto di affitto con scadenza i primi giorni di agosto e quindi a luglio per prorogarlo di un anno in contratto, effettuerò il versamento con modello F23 calcolando l'importo annuale al 2% con codice 114T. In questo contratto c'è anche Un Garante oltre al Locatore, quindi devo aggiungere pure lo 0,050% di importo annuale come ho fatto durante la registazione del contratto la prima volta? E se è sì, con quale codice: 109T? E consigli pure di aggiungere i 4,13 euro con codice 964T per farmi rilasciare una copia di attestazione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per le annualità successive alla prima il codice è 112T e non 114T, per il resto tutto ok ma non capisco la copia di attestazione

      Elimina
    2. il contratto ha scadenza naturale ad agosto e quindi per rinnovarlo senza che entrambe le parti facciano disdetta dovrei usare Proroga Contratto 114T (e non annualità successive 112T) sbaglio? e quindi per il garante non devo versare ed aggiungere niente?
      quando ho registrato il contratto la prima volta, ho aggiunto 4,13 euro per la copia rilasciata dall'ufficio dell'agenzia delle entrate che rimaneva a me, a questo mi riferivo.

      Elimina
    3. ok, non avevo capito che il contratto era arrivato a scadenza naturale, allora va bene 114T (Proroga contratti di locazione) per il garante devi rifare quello che hai fatto e per la copia che rimane a te io non ho mai pagato nulla!

      Elimina
    4. ok, tutto chiaro. la copia che rimane a me era riferita al contratto registrato dalla agenzia e vidimato da loro: per ogni copia vidimata loro mi chiedono di pagare i 4,13 euro. grazie di tutto luca ;)

      Elimina
    5. io ne ho registrati e ne registro tanti e qui a Perugia non mi hanno mai chiesto nulla per la copia da loro vidimata. Si vede che ogni AdE fa a modo suo!

      Elimina
    6. si infatti.. ad acireale è così.. ogni paese la sua usanza, aha

      Elimina
  9. Complimenti x la competenza e soprattutto x la pazienza!
    Ho dimenticato di pagare l'annualità successiva di un contratto di locazione di una abitazione di mia proprietà scaduto il 31 maggio 2012 e adesso lo pago con F23 entro 30 giorni, cioè entro giugno 2012 con mora e interessi legali. Vorrei x favore il calcolo su euro 5000 annui. Sul contratto c'è scritto che Le parti convengono che il canone di locazione sarà aggiornato annualmente in misura pari al 100% della variazione ISTAT.
    Ma ora ci siamo accordati di mantenere l'affitto senza aumento ISTAT. Posso pagare il 2% + mora + interessi senza aumento ISTAT? Grazie saluti Mauro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che puoi pagare senza tener conto dell'aumento istat se non lo percepisci

      Elimina
    2. Grazie mille Luca saluti Mauro

      Elimina
  10. ciao luca sai dirmi il codice tributo per f23 sul rinnovo di 6 mesi contratto transitorio?premesso che già l'anno scorso ho pagato prima annualità con codice 115t!grazie ale

    RispondiElimina
  11. Salve Luca,
    ho in affitto un locale commerciale. Il proprietario si è dimenticato di pagare la tassa sul rinnovo per due annualità consecutive. ora si trova a dover pagare anche le relative sanzioni per il ritardo. La mia commercialista mi ha detto che le sanzioni spettano solo al prprietario. Puoi confermarmelo? grazie infinite

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'imposta di registro è un obbligo che ricade su entrambi, locatore ed inquilino, quindi per me le sanzioni spettano ad entrambi, se lui si è dimenticato ti potevi ricordare tu visto che sei coobbligato. Se sei coobbligato per l'imposta di registro per me sei coobbligato anche per le sanzioni. Comunque se il canone annuo non è alto le sanzioni non sono poi così esorbitanti e poi vanno divise in 2.

      Elimina
  12. Se ho usato 2 f23 x lo stesso contratto di locazione(uno per il pagamento dell'imposta di registro e uno per sanzioni e interessi) ho commesso un errore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è un errore, ne bastava uno, ma se ne hai fatti 2 va bene lo stesso

      Elimina
  13. Buongiorno Luca,
    ho un contratto d'affitto stipulato il 1/7/2008 del quale devo versare l'imposta per proroga.
    A partire da questo mese mi è stato chiesto di aumentare il canone con l'aggiornamento istat e quindi vorrei sapere come procedere per il conteggio dell'imposta: devo considerare l'intero canone annuo aggiornato? In caso contrario qual è il periodo di riferimento da prendere in esame al fine del conteggio, 1/1/2012-31/12/2012 oppure 1/7/2012-1/7/2013?
    Grazie per l'eventuale risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per adeguare il canone puoi leggere il mio post
      qui
      nel conteggio dell'imposta di registro va considerato anche l'aumento.

      Per aggiornare il canone prenderai la variazione percentuale rispetto allo stesso mese dell'anno precedente oppure
      variazione percentuale rispetto allo stesso mese di due anni precedenti, dipende anche dagli accordi contrattuali che avete preso.

      Elimina
  14. Dunque tenendo conto del fatto che fino ad ora non ho mai pagato l'aumento sebbene il contratto lo prevedesse (neppure le imposte di registro annuali finora versate erano aggiornate con l'aumento), se calcolo adesso l'aggiornamento istat in occasione della scadenza e della relativa proroga del contratto (stipulato a luglio 2008) e pago quindi l'aumento a partire da quest'anno, dovrei essere in regola se non sbaglio.

    Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se il contratto prevedeva l'aumento ma non lo hai mai applicato è ovvio che devi pagare l'imposta di registro solo su quello che percepisci, quindi sei in regola

      Elimina
  15. Grazie Luca, veramente gentilissimo. Alla prossima!

    RispondiElimina
  16. Ciao Luca,
    mio padre,deceduto nel 2010,aveva stipulato un regolare contratto d'affitto nel 2008.dalla data della sua morte,fino ad Aprile 2012 ,giorno in cui mio fratello ha riscattato per intero l'immobile in affitto', il canone e' stato percepito da me e da mio fratello stesso.Ora l'inquilino ha ricevuto una notifica di sanzione per omesso versamento annualita' successiva 2009 di euro 180 piu sanzioni tot 250. Non credo mio padre fosse al corrente di questo pagamento, di conseguenza deduco che non siano state pagate nessua delle annualita'successive,cosa devo fare per mettermi in regola? L'inquilno e' disposto pagare i 50% ma non le sanzioni: e correto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per mettervi in regola bisogna che paghiate le annualità successive a quella di decorrenza. In quanto all'inquilino deve pagare anche le sanzioni perché coobbligato al versamento del'imposta di registro, infatti al versamento non è obbligato solo il proprietario ma anche l'inquilino. Da quanto capisco il tutto è arrivato a nome dell'inquilino e quindi a maggior ragione le deve pagare lui poi potrà pretendere da voi il 50% di tutto (imposta e sanzioni) in quanto siete coobbligati e quindi è ovvio che dovrete rimborsare il 50%

      Elimina
  17. Buongiorno,da 01/06/2010 ho dato in locazione un fabbricato il cui contratto non è mai stato registrato.
    Canone annuo 2010 : 48000-Canone annuo 2011 : 56000-Canone annuo 2012 : 60000. Vogliamo metterci in regola.
    A quanto ammonteranno sanzioni e interessi?
    Grazie.
    Anna

    RispondiElimina
  18. cioa luca mi spieghi cosa sono i 36000 se i giorni dell'anno sono 365,e la sanzione degli interssi e 1,5% o 2,5% perchè ho chiamato l'agenzia delle entrate e mi ha detto che è il 2,5%
    aspetto tue notizie
    Grazie saluti Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'anno civile è di 365 gg ma l'anno commerciale è di 360 gg. Per quanto riguarda gli interessi le hanno detto bene all'Agenzia delle Entrate ora sono al 2,5%, quando ho scritto io l'articolo erano all'1,5%

      Elimina
  19. Ciao, volevo chiederti, poichè ho dato in affitto una casa di mia proprieta' e per un disguido non ho pagato l'f23 per il 2012, se ti e' possibile dirmi se i calcoli fatti sono esatti o manca qualcosa?
    ho calcolato i seguenti dati:
    stipula contratto il 20/01/2009 - tipo 4+4 anni
    canone mese € 530.00
    da rinnovare a gennaio 2012
    ritardo al 26/06/2012 157gg
    Causale SZ anno 2009 (o devo mettere 2012?)
    Cod. Trib. 112T 127,20 €
    Cod. Trib. 671T 4,77 € (5,00)
    Cod. Trib. 731T 0,83 € (1,00)
    altro?
    posso arrotondare le cifre come scritto tra ()?, ora la mia domanda è per prima cosa se è tutto corretto o manca qualcosa? perche' all'agenzia delle entrate da un loro "calcolo al volo" dovrei pagare circa 160 euro.
    Ti ringrazio anticipatamente, Saluti Fabio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sembra ok. Puoi arrotondare e devi mettere 2009

      Elimina
  20. Ciao Luca,
    ho dimenticato di pagare il rinnovo del contratto, l'agenzia delle entrate mi ha inviato il sollecito (e anche all'inquilino)con ovviamente Sanzioni, interessi e diritti di notifica oltre che l'imposta di registro. Posso richiedere tutta la cifra anche alla persona a cui l'ho affittata o lui deve solo ridarmi la metà dell'imposta di registro.

    Qui il prospetto:
    112T - 518,00
    671T- 155,00
    731T- 19,41
    806T - 15,40

    Tot. 707,81€

    grazie per una tua risposta

    RispondiElimina
  21. buongiorno sono un custode giudiziario autorizzato alla locazione di un immobile, quando compilo il modello f23 devo inserire i miei dati personali o quelli relativi al tribunale di riferimento.
    grazie

    RispondiElimina
  22. Buongiorno, ricevo dall'agenzia delle entrate l'avviso di pagamento relativo al 2% del canone di locazione annuale + int e sanzioni varie; ora essendo io allora l'inquilino dal 01/11//2008 al 30/04/2011 risulta che il proprietario ha effettuato il versamento solo del 1° anno e mancherebbero i due anni successivi. Ora io voglio pagare ma non intendo mi vengano imputate sanzioni e interessi per la dimenticanza da parte del proprietario di non aver effettuato il pagamento. Come mi devo comportare nei confronti del locatore e dell'agenzia delle entrate? Escludo di telefonare al proprietario e chiedo posso effettuare con l'f 23 il versamento della mia quota all'agenzia delle entrate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la dimenticanza è di entrambi, non solo del proprietario, perché entrambi siete coobbligati al versamento dell'imposta. Quindi anche lei è obbligato a versare la sanzione e gli interessi. Se versa all'Agenzia delle Entrate solo la sua quota, non va bene, l'AdE la richiede a lei per intero e ne ha diritto, poi sarà lei ad avere diritto di pretendere dal proprietario la restituzione per metà del totale della somma dovuta.

      Elimina
  23. Buongiorno gentilissimo Luca,
    approfitto della sua competenza e disponibilità.
    Nel Luglio 2008 ho preso in affitto un appartamento, con regolare contratto registrato, e pagato la debita imposta di registro valida fino al Settembre 2009.
    A gennaio 2009 ho disdetto il contratto con il proprietario che a sua volta aveva già un inquilino nuovo che subentrava a Febbraio.
    Ora l'Agenzia delle entrate mi chiede tutta l'imposta di registro (non la metà) con relative sanzioni per l'anno 2009. E' una richiesta lecita?
    Ovviamente nulla so circa la comunicazione della disdetta fatta dal proprietario all'Agenzia, ma ho una scrittura firmata del recesso e del fatto che il locatore non ha più nulla a pretendere da me.
    Grazie mille in anticipo! Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una richiesta lecita che le fa l'Agenzia delle Entrate, probabilmente la stessa richiesta è stata fatta anche al proprietario. é lecita perché siete coobbligati in solido, vuol dire che l'imposta di registro deve essere assolta in toto da entrambi e poi chi l'assolve per primo solleva l'altra parte da tale obbligo, ma ha il diritto di essere rimborsato per metà.

      Altra cosa sono gli accordi intercorsi tra le parti di cui all'AdE non interessa nulla. Se avevate accordi che l'avrebbe dovuta assolvere il locatore e non lo ha fatto, questi sono accordi vostri, ma l'AdE ha diritto di richiedere l'imposta di registro per intero, con eventuali sanzioni ad entrambi.

      Elimina
  24. Innanzi tutto ti voglio fare i complimenti per la tua preparazione.
    Sono proprietario di un locale commerciale e a settembre 2011 mi sono scordato di pagare la tassa di registro annuale. Ti chiedo gentilmente conferma del calcolo che ho fatto:
    canone annuo 9319,80
    tassa registro 186,40
    sanzione mora 3,75% 6,99
    interessi 1,50% 0,93

    totale 194,32

    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La misura del saggio degli interessi legali di cui all'art. 1284 del codice civile e' fissata all'2,5% in ragione d'anno, con decorrenza dal 1° gennaio 2012 e non più dell'1,5% di quando ho scritto il post.

      Per gli interessi devi fare questo calcolo: (186,40 x 2,5 x giorni di ritardo)/36000

      I giorni di ritardo vanno calcolati dopo il trentesimo giorno dall'inizio della nuova annualità contrattuale fino al giorno di versamento dell'f23

      Per il resto ok

      Elimina
  25. Ho un solo dubbio... Una volta pagata l'imposta di registro per la seconda annualità con l'F23, devo poi portarne una copia all'ufficio delle entrate, o basta pagare in banca con i codici giusti? Avendo registrato l'11 Agosto 2011 il contratto d'affitto che iniziava al primo settembre ho tempo per pagare la seconda annualità fino all'11 Settembre?
    Grazie
    Michele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devi pagare l'F23 in banca e non devi portare niente all'Agenzia delle Entrate. Hai tempo tutto settembre per pagare la seconda annualità, infatti c'è tempo 30 giorni dalla decorrenza del secondo anno e non dalla data di registrazione.
      Il codice è 112T per le annualità successive.

      Elimina
  26. molto chiaro, complimenti. approfitto per chiedere come comportarmi non avendo consegnato il mod. CDC relativo al contrattom di affitto di un garage stipulato prima del 2010, quali le sanzioni? affitto 150 euro mensili. grazie Franco

    RispondiElimina
  27. . Il “modello CDC” è utilizzato per la comunicazione dei dati catastali relativi a beni immobili oggetto di cessione, risoluzione e proroga di contratti di locazione o affitto già registrati al 1° luglio 2010.
    Il “modello CDC” è presentato in forma cartacea presso l’ufficio dell’Agenzia delle entrate presso il quale è stato registrato il relativo contratto,
    nel termine di 20 giorni, dalla data del versamento attestante la cessione, risoluzione e proroga dei contratti di locazione o affitto di beni immobili ai sensi dell’articolo 17, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131. Il modello può anche essere trasmesso per via telematica contestualmente al versamento.
    La mancata o errata indicazione dei dati catastali sia nella presentazione del modello 69 che in quella del modello CDC è punita con la sanzione prevista dall’art.69 del DPR n.131/86, ovvero pari ad un importo tra il 120% e il 240% dell’imposta di registro dovuta in relazione all’atto.

    RispondiElimina
  28. Grazie sempre molto preciso, ora ti chiedo visto che l'F23 da me pagato im maggio per 36 euro pari 2% (il contratto scade il 31/5) è sbagliato, per la proroga il minimo versamento è di euro 67 quale è il tuo parere, rifacendo il versamento con interessi e sanzioni per il ritardo posso considerare i 20 giorni dal pagamento del secondo F23? Grazie Franco

    RispondiElimina
  29. Buongiorno,
    vorrei sottoporle due domande:
    1) se i prorietari sono due (o più) quanti F23 occorre utilizzare il rinnovo annuale del contratto di locazione ?
    2) all'inquilino è stato accordato di pagare meno di quanto scritto nel contratto. Per determinare l'importo da pagare quale cifra occorre prendere come base di calcolo ?
    Grazie, luciano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nell'F23 basta indicare uno solo dei proprietari e l'inquilino.
      Per la cifra da pagare deve tenere conto che dovrà fare una rettifica dell'importo da presentare all'Agenzia delle Entrate e poi pagare sull'importo minore, altrimenti lei non solo dovrà pagare l'impotsa di registro sul valore maggiore, ma avrà anche una base imponibile più alta ai fini della tassazione sul reddito: quindi va rettificato l'importo.

      Elimina
  30. Buongiorno, volevo porre i seguenti quesiti:
    Rinnovo annuale sucessivi di contratto 4+4 cod. 112T?
    Su affitto di 3.000 eur anno importo da pagare 60,00 eur?
    Bisogna inviare copia a ufficio registro o basta solo pagare?

    Grazie Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea,
      si codice 112T, imposta di registro 60€ e non devi portare niente all'AdE, basta solo pagare e conservare la ricevuta dell'F23

      Elimina
  31. Ciao,
    devo pagare un'annualità per un contratto che un canone annuo di 2,50€ (strumentale). Quanto pago? 1 euro o niente? Nel caso sapresti indicarmi dove posso trovare una risposta ufficiale? sul sito dell'ade non se ne parla mi pare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se capisco devi pagare l'imposta di registro per una annualità successiva alla prima e hai un canone annuo di 2,5€? Se è così quando hai pagato i 67 € di imposta di registro alla prima annualità dovevi inserire il codice 107T (intero periodo, perché se l'imposta di registro dell'intero periodo non supera i 67 € potevi farlo.

      Il mio consiglio per una cifra a dir poco irrisoria è di non far nulla oppure pagare un € con F23 solo 1€ per dire di aver fatto il proprio dovere!

      Elimina
  32. Si sarebbe stato meglio ma purtroppo non me ne occupavo io. La cosa più comoda per me è non pagare nulla, anche perchè semmai dovessi pagare delle sanzioni arriverei comunque ad un importo minimo ed inferiore all'euro. Mi chiedevo solo se fosse scritto da qualche parte. Grazie mille per la risposta immediata!! ciao.

    RispondiElimina
  33. Se la seconda annualità del contratto comincia il 01/08/2012 e l'inquilino recede con decorrenza 31/08/2012, bisogna pagare sia l'imposta per il rinnovo che quella per il recesso anticipato?

    RispondiElimina
  34. buongiorno
    devo pagare l'ìimposta di registro 2° annualità di un contratto di 7200 € annui.
    che indice uso per la rivalutazione al 75%?
    nel F23 devo mettere il 2% dell'importo aggiornato e null'altro con codice 112T?
    devo portarne una copia del F23 pagato all' ADE?
    ingrazio anticipatamente

    RispondiElimina
  35. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  36. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  37. se usassi l'indice istat luglio 2012 di 2,9% verrebbe
    7200€ x 2,9 %= 208,80 di cui il 75% = 156,60 sommandolo al canone iniziale
    7200 + 156,60= 7356,60 di cui il 2% = 147,14 arrotondato a 147,00 che sarebbe l'importo che metto nel F23 con codice 112T
    tutto giusto?
    Riringrazio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda qui http://lucatonzani.blogspot.it/2011/10/come-adeguare-il-canone-di-affitto.html

      Elimina
  38. Buongiorno Luca,
    devo versare l'imposta di registro relativa al secondo anno di locazione...premesso che il codice tributo da usare nella compilazione è il 112 T volevo conferma su fatto che si devono indicare anche i dati relativi al contratto di locazione e cioè anno di registrazione, serie etc
    grazie

    RispondiElimina
  39. Salve Luca, sono Marcello. Da quest'anno, dopo la dipartita di mio padre, mi occupo io in prima persona del contratto di locazione in qualità di locatore. Lo scorso anno è stato registrato il contratto, che scade nel 2014 se non sbaglio, per una cifra di 67 €. Quest'anno, per aver adeguato l'Istat (tra assurde contestazioni dei conduttori consistendo il canone annuale in appena 4500 € per 6 vani e vista mare), il fiscalista mi suggeriva che l'importo da pagare era di 92 € per il normale rinnovo annuale ma gli impiegati dell'Agenzia delle Entrate, senza troppe spiegazioni, mi suggerivano (a cose fatte) che la cifra esatta dovuta era di 63 € e mi hanno garantito che il di più versato me lo faranno stornare dall'importo dovuto il prossimo anno. Pensi che i conduttori hanno contestato anche la divisione a metà della spesa del rinnovo stesso in quanto mio padre, che non ha mai evaso un centesimo in vita sua, copriva per intero l'importo! Al di là di questo sfogo, di cui mi scuso, chiedo se la cifra da versare questo e il prossimo anno resta comunque di 63 € (del rinnovo s'intende), come mi hanno suggerito gli impiegati dell'Agenzia delle Entrate, anche se l'adeguamento porta attualmente il canone annuale a 4596 €. Comprendo di essere un pò troppo fiscale ma sto cercando di erudirmi il più possibile in una materia di cui ero profano. La ringrazio per quanto potrà tornarmi utile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so come hanno calcolato l'imposta di registro all'AdE ma ha ragione il suo fiscalista. Se il canone aggiornato è di 4596 € deve calcolare il 2% che è 91,92 € che si arrotonda a 92 € come le ha detto il fiscalista e quindi gli impiegati dell'Agenzia delle Entrate hanno toppato.

      Elimina
  40. Ciao,
    sai se c'è un modo in entratel per salvare il pdf della ricevuta senza dover fare visuallizza stampa su ognuna?
    E' possibile fare l'apertura fino a 50 ricevute per volta ma poi la stampa è singola.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda Paolo inizio a usare entratel ora perché obbligato e per me è uno strazio visto che ho l'Agenzia delle Entrate a 2 passi e con appuntamento non facevo neanche la fila. Purtroppo per il momento non saprei.

      Elimina
  41. ciao potresti guardare il mio post sopra?grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda qui
      http://lucatonzani.blogspot.it/2011/10/come-adeguare-il-canone-di-affitto.html

      Elimina
  42. infatti ho guardato,preso spunto, e fatto i calcoli volevo solo la tua conferma sull'esattezza...

    RispondiElimina
  43. Ciao luca un'informazione veloce. Dopo aver versato con f 23 la tassa annuale del 2% su una locazione. Bisogna farla vidimare all'AdE o finisce lì !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. finisce li, conserva la ricevuta dell'F23

      Elimina
  44. Complimenti Luca per la dedizione.
    Avrei bisogno di alcune delucidazioni.
    Volevo registrare il contratto di affitto con il d.lgs 14 marzo 2011.
    Avevo idea di farlo con retroattività dal 2006...
    Quindi Rendita catastale 800,00 x 3 = 2.400,00
    Imposta Registro 48,00 (anno corrente 67,00 minimale)
    Il calcolo delle sanzioni e degli interessi come sarà Calcolato?
    è il 120% minimo, come ho letto in giro, più gli interessi del 2,5% per ogni anno (ossia 5 anni = [105,60 + 2,64] x 5 = 541,20 + 67 anno corr.= 608,2)
    è corretto il mio calcolo???
    Grazie anticipatamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non capisco che cosa vuoi fare retroattivamente con il d.lgs 14 marzo 2011. Forse la cedolare secca? o che cosa?

      Elimina
    2. dimostrare che ero in casa dal 2006, e quindi in caso di vendita o cessione non mi ritrovassi senza titolo.

      Elimina
    3. se capisco bene vuoi segnalare un afiito in nero all'AdE. Ma se lo segnali il contratto ti parte d'ufficio dal giorno della segnalazione e non con retroattività

      Elimina
  45. ciao Luca,
    scrivo solo per ringraziarti delle info
    Saluti Gianni

    RispondiElimina
  46. Ciao, ti chiedo una consulenza. sei molto chiaro nelle spiegazioni e per questo ti ringrazio.

    Canone Concordato registrato il 28/7/2011 canone annuo 7800€.
    come faccio a calcolare l'imposta di registro del secondo anno? o meglio, non riesco a calcolare la mora.
    grazie ancora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'imposta di registro è il 2% quindi 156 € la mora è il 3% dell'imposta dovuta ossia arrotondata è 5 € inoltre gli interessi sono del 2,5% che andranno calcolati con la formula: (60 x 2,5 x giorni di ritardo) / 36000 che dovrete indicare nel mod. F23 con il codice tributo 731T (interessi su tasse)

      Elimina
    2. errata corrige: la formula è (156 x 2,5 x giorni di ritardo)/36000 e non (60 x 2,5 x giorni di ritardo) / 36000

      Elimina
  47. Grazie tante Luca, sempre gentile e chiaro!
    Silvia

    RispondiElimina
  48. Innanzitutto complimenti per il suo blog. In rete ci sono tanti siti che trattano questi argomenti ma il suo è particolarmente chiaro ed esaustivo, anche grazie alle risposte che fornisce ai suoi lettori. Ora ecco i miei quesiti riferiti a due appartamenti di mia proprietà dati in locazione:
    APPARTAMENTO 1: il contratto di locazione ha come data di inizio il 1° settembre 2012, il canone annuo è di 4800 euro, a quanto ammonta l'imposta di registro se decido di pagare in un'unica soluzione riferita ai 4 anni di durata? Le 2 copie del contratto da depositare all'Agenzia delle entrate devono essere necessariamente originali o possono essere anche fotocopie?
    APPARTAMENTO 2: il contratto prevede un canone annuo di 6840 euro e una durata 4+4, i primi 4 anni scadono il 1° ottobre 2012 e seguirà il rinnovo automatico, quindi dovrò versare la nuova imposta di registro. A quanto ammonta? È previsto un importo fisso (che mi sembra sia previsto in caso di proroga dei contratti di locazione, ma non so se con "proroga" si intenda anche il normale rinnovo 4+4) o devo calcolare l'importo? Nel caso di nuovo calcolo, devo riferirmi al canone annuo integrato con la variazione dell'indice Istat, che però non ho mai percepito?
    Spero mi possa aiutare, grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. APPARTAMENTO 1: per i contratti di locazione (e sublocazione) di immobili urbani di durata pluriennale è prevista la facoltà di corrispondere al momento della registrazione l’imposta di registro commisurata all’intera durata del contratto.
      Chi sceglie detta ipotesi ha diritto a una detrazione dall’imposta, in misura percentuale, pari alla metà del tasso di interesse legale (attualmente pari a 2,5%) moltiplicato per il numero delle annualità.

      Esempio:
      se il canone di locazione annuo è di 4.800 euro e il contratto ha una durata di quattro anni, quindi si ha un canone per 4 anni di 19.200€, il contribuente può eseguire un versamento
      unico di 365 euro arrotondati (364,8 €), pari a 384€ (cioè 2% di 19.200€) - 5% (cioè l'1,25% x 4 anni)

      Nel caso in cui il contratto dovesse essere risolto anticipatamente, e l’imposta sia stata versata per l’intera durata, chi ha pagato ha diritto al rimborso delle annualità successive a quella in corso.

      Le copie da portare all'AdE devono essere con firma in originale e non fotocopie. Una copia in originale la tiene l'AdE, l'altra in originale viene resa al contribuente.

      APPARTAMENTO 2
      dovrà pagare il 2% sul canone di locazione annuo, senza considerare i rinnovi istat che non ha mai percepito.

      Elimina
  49. Ciao, complimenti per il sito molto completo e utile. Vorrei porti un domanda. Sono proprietaria di un appartamento che ho dato in locazione nel 2008 attravreso un'agenzia immobiliare che si è occupata anche della pratica di registrazione. Siccome tra un mese scade il primo periodo di locazione (4+4), guardando tra i miei documenti mi sono accorta che nei tre anni successivi a quello iniziale non ho mai versato l'imposta di registro, né l'inquilino mi ha mai versato la sua quota annuale pari al 50 per cento. Cosa devo fare ora? Mi conviene lasciare le cose come stanno in attesa di un'eventuale cartella esattoriale o rimediare, e come? Quanto dovrei pagare in sanzioni? Ti ringrazio per l'aiuto che potrai darmi, anche perché sono un po' angosciata dalla possibilità di finire nel girone infernale di Equitalia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non preoccuparti, non sono queste le evasioni per cui preoccuparsi di equitalia.

      Per regolarizzare il tutto:
      Trascorsi 30 giorni dall'inizio della nuova annualità è ovviamente ancora possibile effettuare il pagamento con le seguenti modalità:
      caso 1) se il pagamento è effettuato entro ulteriori 30 giorni, dovrà essere pagata anche una sanzione pari al 3% dell'imposta dovuta.
      caso 2) Se il pagamento viene effettuato entro 12 mesi, dovrà essere pagata una sanzione del 3,75% dell'imposta dovuta.
      caso 3) Se il pagamento dell'imposta di registro avviene entro 15 giorni dalla scadenza, potrà essere pagata una sanzione pari allo 0,20% calcolato per ogni giorno di ritardo.
      caso 4) Se il pagamento avviene con oltre 1 anno di ritardo dovrà essere pagata la sanzione per intero pari al 30%

      Si ricorda inoltre che:
      a) dovranno essere liquidati anche gli interessi legali calcolati giorno per giorno, pari all'2,5% dal 1 gennaio 2011
      b) che per il pagamento dell'imposta di registro delle annualità successive alla prima non sussiste il valore minimo di 67 € come per la prima annualità
      c) gli importi relativi all'imposta di registro vanno arrotondati all'unità di euro: per difetto, se inferiore a 50 centesimi, per eccesso se uguale o superiore.

      il tutto andrà diviso a metà tra inquilino e proprietario

      Elimina
  50. domanda da 100 milioni luca, sono 30 giorni lavorativi o come li calcolo?! grazie, sono a pelo perche ho scoperto di avere registrato il contratto il 25 agosto 2011 e ora siamo al 25 settembre 2012..mi sa che sono fuori..zao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei fuori tempo massimo, 30 gg dalla data di decorrenza dell'anno successivo al primo. Domani paga l'F23 normalmente e stai tranquillo che per 1 o 2 gg di ritardo (che equivalgono a 2 spiccioli di sanzione) non ti ricerca nessuno.

      Elimina
  51. Buon Giorno.
    Sono la proprietaria di un appartamento dato in affitto nel 2004. Al 31/08/12 scade il contratto(4+4)che non ho rinnovato, dandone comunicazione all'inquilino 9 mesi prima con lettera raccomandata. Premetto che ho fatto anche una licenza di finita locazione, cercando di accorciare i tempi per richiedere uno sfratto (avendo avuto già in passato problemi di morosità e quant'altro con l'inquilina).
    Alla scadenza l'inquilina non ha lasciato l'appartamento. Ora io devo pagare qualche tipo di tasse all'agenzia delle entrate?
    E se si, quale, e su quale modello e con quale codice?
    Cosa devo poi richiedere all'inquilino ( quale somma.) Se rimane ancora nell'appartamento, deve pagarmi l'affitto uguale a quello del mese che precede la fine del contratto o deve essere diverso?


    Vi prego aiutatemi. Grazie x le vostre risposte.

    RispondiElimina
  52. Mi complimento in anticipo oltre che per la competenza anche per la disponibilità,ho letto e mi si sono chiarite tante cose ma dato che resto ignorante in materia,volevo chiedere:devo pagare l'imposta di registro per annualità successive ma riguardo all'aumento ISTAT non è proprio menzionato nel contratto,va comunque calcolata nel pagamento dell'imposta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se lei percepisce il canone aggiornato, nel calcolo dell'imposta di registro deve tener conto anche dell'aggiornamento.

      Elimina
  53. Complimenti per il suo blog! Ho un dubbio: vorrei chiederle se il codice ufficio di perugia per versare un 112T è ancora 873 o è cambiato e se l'errore in quel campo crea problemi con il fisco. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il nuovo codice è T3H. Un errore in quel campo con 873 di solito non crea problemi

      Elimina
  54. buongiorno. anzitutto vorrei complimentarmi x la Sua precisione, poi avrei alcuni quesiti

    da porLe, ovviamente se rientrano nelle Sue competenze.
    Situazione: contratto a canone libero 4+4 stipulato 13/03/2010 per un valore annuo di

    7200€.Imposta di registro e relative marche da bollo pagate regolarmente per

    quell'anno. Annualità successive: 2011 saltato per dimenticanza sia del proprietario che

    mia; nel 2012 il citato locatore mi presenta un conto di 123€ (la mia "metà" di quota

    da pagare) comprensivo dell'adeguamento ISTAT + imposta di registro + 2 marche da

    bollo. Domande:
    -le marche da bollo da 14,62€ si devono mettere ogni anno o è sufficiente applicarle

    alla prima registrazione del contratto?
    -Io non ho copia della ricevuta di registrazione del contratto in Agenzia delle Entrate:

    dovrei chiederla al mio locatore?
    -Dovrei chiedere anche il rimborso annuo degli interessi sulle mensilità anticipate

    (cauzione) versate alla firma del contratto o attendere di chiederli alla prima scadenza

    dei 4 anni?
    Mi sembra di aver afferrato tutti i vari adempimenti sia per l'adeguamento ISTAT che

    per le annualità successive,così come descritto nel Suo blog, ma sui punti oscuri per i

    quali pongo le domande sono proprio confusa... Il resto le sembra corretto?
    Grazie in anticipo per la cortesia.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarebbe bene che chiedesse una copia del contratto al suo proprietario.

      Le marche da bollo si pagano solo alla registrazione.

      Gli interessi sulla cauzione li riprenderà alla fine del rapporto (anche se saranno una miseria)

      Elimina
  55. Buongiorno,
    ho pagato la scorsa settimana il mod. F23 per la seconda annualità (che ha avuto inizio da una settimana). Mi sono accorto però di aver corrisposto un'imposta inferiore (5 euro in meno) rispetto a quanto dovuto (2% del canone annuo). Posso rimediare pagando la differenza su un altro mod. F23? Deve essere corrisposto anche il pagamento di una mora?

    Grazie in anticipo.

    Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. corrisponda 5 € con un altro f23. Se la seconda annualità è iniziata da una settimana, non c'è nessuna mora da pagare, infatti c'è tempo 30 giorni dal decorrere dell'annualità.

      Elimina
    2. Grazie mille e complimenti per il blog.

      Elimina
  56. Gentilissimo.
    Quindi, riepilogando:
    se i 123€ richiesti, come da spiegazione del locatore, comprendevano:
    -2 marche da 14,62€ +
    -la metà dell'imposta di registro +
    -le "spese del commercialista" (a cui il locatore ha deciso di ricorrere senza consultarmi: a me risulta invece che dopo la registrazione sul sito dell'Agenzia delle Entrate viene rilasciato un codice da utilizzare per le annualità successive dove il sistema calcola automaticamente gli importi da pagare, quindi SENZA L'INTERVENTO DI ALCUN COMMERCIALISTA: sbaglio..?)
    a me spetta:
    -chiedergli copia della ricevuta della prima registrazione in Agenzia delle Entrate
    -fargli presente che le marche da bollo NON si pagano nelle annualità successive.
    Anzi, questa richiesta mi da lo spunto per una riflessione: poiché gli ho chiesto copia del versamento dell'imposta di

    registro 2012, ho notato che è stata pagata il 30/04/2012, che sarebbe in ritardo rispetto alla scadenza annuale... Mi è

    sorto il dubbio che le "marche da bollo" altro non siano che gli interessi di mora sul ritardato pagamento.
    Forse dovrei fargli presente che siamo responsabili in solido per questi pagamenti, ma non per questo sono disponibile

    ad accollarmi ulteriori spese per la sua negligenza, soprattutto se deriva dalla sua presunzione di "fare tutto" senza

    neppure consultarmi, per poi presentarmi il conto a cose fatte.
    Perdoni la scivolata nella polemica..
    E' stato di grande aiuto, rinnovo i miei complimenti per il blog.
    Grazie e buon proseguimento con la Sua attività.

    RispondiElimina
  57. Buongiorno,
    Situazione: contratto a canone libero 4+4 stipulato 01/05/2009 per un valore annuo di

    8400 €.Imposta di registro e relative marche da bollo pagate regolarmente per quell'anno pari a 168 euro suddivisi tra me e il proprietario.
    Domanda: i 168 euro valgono per tutta la durata del contratto cioe' per i 4 anni successivi? chiedo questo perchè oggi mi è arrivato un avviso di liquidazione dell'imposta in relazione al contratto anno 09 per la scadenza 01/05/2010 per mancato pagamento per la cifra di 234.71(168 euro imp. reg. loc.fab.ann succ.+66,71 di sanzioni interessi e diritti di notifica)
    é arrivato sia a me che al mio locatore: nel caso di dovuto pagamento dobbiamo pagare solo 234.71 suddivisi a meta' mica 234.71 io e 234.71 il mio locatore?
    Inoltre sempre nel 2010 ho lasciato la casa per anticipata risoluzione del contratto al 01/11/2010 pagando con F23 67 euro per questo.Se la richiesta dei 234.71 fattami stamattina è giusta non dovremmo pagare di meno dei 168 euro visto che non ho goduto dell'appartamento per l'intero periodo di competenza?
    La ringrazio anticipatamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i 168 erano per il primo anno, poi vanno ripagati annualmente. La cifra va divisa a metà tra locatore e conduttore.

      Elimina
    2. ok infatti immaginavo...quindi devo versare 168 euro per il periodo che va dal 01/05/2010 al 01/05/2011 ma col discorso che io ho lasciato l'affitto in anticipo al 01/11/2010 non dovremmo pagare meno?

      Elimina
    3. no, non si paga la frazione di anno, ma l'anno intero

      Elimina
  58. Salve sono Biagio da Roma, sono il conduttore di un appartamento con contratto di locazione concordato 3+2 registrato ad ottobre 2007 con scandenza quindi ad ottobre 2012. Il proprietario mi ha comunicato, dopo 5 anni di canone a 700 euro, l'aumento del canone d'affitto come da variazione istat a 762 euro senza chiedermi gli arretrati. Volevo sapere se la variazione è giusta (il contratto prevede l'aumento istat annuale pari al 75% previa comunicazione tramite AR del locatario-proprietario a me conduttore). Infine sapere come informare l'Agenzia delle Entrate di questa variazione o se basta solo pagare l'F23 aggiornato per continuare a far valere il contratto del 2007. Grazie e complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se non le ha chiesto gli arretrati, mi sembra tanto. Si faccia dire come lo ha calcolato e le saprò dire se è giusto (a me vengono poco più di 16 € al mese considerando il 75% della variazione istat percentuale rispetto allo stesso mese dell'anno precedente).

      Per L'AdE basta pagare l'imposta di registro calcolata considerando anche l'aumento istat.

      Elimina
  59. Gentilissimo DOttore, sono Biagio da Roma, grazie per la diponibilità , Le invio i calcoli:

    Da Ottobre 2007 A Ottobre 2008
    Variazione (75%)= 2,55%
    Importo da rivalutare = € 700
    Importo rivalutato (75%) = € 717,85
    Differenza= € 17,85

    Da Ottobre 2008 A Ottobre 2009
    Variazione (75%)= 0,15%
    Importo da rivalutare = € 717,85
    Importo rivalutato (75%) = € 718,93
    Differenza= € 1,08

    Da Ottobre 2009 A Ottobre 2010
    Variazione (75%)= 1,275%
    Importo da rivalutare = € 718,93
    Importo rivalutato (75%) = € 728,10
    Differenza= € 9,17


    Da Ottobre 2010 A Ottobre 2011
    Variazione (75%)= 2,40 %
    Importo da rivalutare = € 728,10
    Importo rivalutato (75%) = € 745,57
    Differenza= € 17,47

    Da Ottobre 2011 A Agosto 2012
    Variazione (75%)= 2,325 %
    Importo da rivalutare = € 745,57
    Importo rivalutato (75%) = € 762,91 Differenza= € 17,34

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si il calcolo è giusto. Non avevo inteso che aveva calcolato l'aggiornamento dal 2007 ad oggi.

      Elimina
  60. Gentilissimo e grazie per la Sua disponibiltà. (Biagio)

    RispondiElimina
  61. Buongiorno, ho una domanda da farle visto la sua competenza...Nel contratto d'affitto è previsto l'adeguamento istat,ma non è mai stato richiesto all'inquilino. Non lo devo calcolare nel pagamento dell'imposta di registro per annualità successive, giusto? Però mi chiedo: come potrei dimostrare all'agenzia delle entrate che non lo percepisco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, se non lo ha percepito, non lo deve calcolare.

      Ma se nessuno le chiede niente perché lo deve dimostrare e poi come lei non può dimostrare che non lo percepisce, neanche l'AdE può dimostrare il contrario. Ci sono tantissimi proprietari che pur avendolo inserito in contratto non lo hanno mai percepito.

      Elimina
    2. Bene, mi ha tranquillizzato. Cominciavo a preoccuparmi che sarebbero arrivate multe, per non averlo calcolato anche se mai percepito. Grazie mille!

      Elimina
  62. Ciao Luca..ti chiedo gentilmente una consulenza:
    mi madre ha un negozio affittato con decorrenza annuale 13/ottobre dal 2009. il 30 luglio l'attuale condutore le invia una racomandata per recesso, e calcolando i 6 mesi di legge, dichiara di recedere dalla data del 31.12.2012. ora ti richiedo:
    1) quando devo pagare i 67 euro di recesso..e chi li deve pagare
    2) alla scadenza del 13 ottobre 2012 devo pagare sempre tutta la tassa i registro per l'intero anno anche se a dicembre pero il conratto recede??
    3) entro quando devo fare questi pagamenti??

    grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1) i 67€ li deve pagare l'inquilino entro 30 giorni dalla data di recesso quindi dal 31.12.2012
      2)l'imposta di registro va pagata per l'intero anno, perché non sono ammesse le frazioni di anno.
      3)devi pagare l'imposta di registro entro 30 giorni dal 13 ottobre 2012

      Elimina
  63. Buongiorno Luca,
    vorrei farle anch'io una domanda
    il 19 settembre 2006 ho stipulato un contratto di affito per 4 anni, il contratto era taciatamente rinnovato pee altri 4 anni nel mese di settembre 2010 anziche versare con il codice tributo 114T € 94 corrispondenti ai 4 anni di proroga ho versato € 25 come annualità successiva ho sbagliato adesso vorrei versare la differenza di € 69,00 + mi sembra di aver capito che la sanzione sia il 40% pertanto 28,00 codice 671T mentre gli interessi 2,5% annui € 2,00 sono corretti i miei calcoli? grazie Laura

    RispondiElimina
  64. Buongiorno Luca,
    il mio inquilino (locale commerciale) mi ha dato la disdetta sei mesi prima della data in cui va via.chiedo cortesemente 2 quisiti: può andare anche se il contratto è di 6+6 e sono passati solo 2 anni e mezzo?. secondo quisito oltre la tassa di registro per la risoluzione del 2% vanno presentati altri documenti All'ag delle entrate? grazie Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per la risoluzione sono 67 € (il 2% non c'entra nulla con la risoluzione anticipata).

      Si, l'inquilino può recedere in qualsiasi momento se espressamente previsto dal contratto o per gravi motivi art. 27 legge 392/98. Qualora non fosse precisato nel contratto e non ricorrano gravi motivi, non so come potrebbe obbligarlo a rimanere o a farsi dare un indennizzo, perché ci sarebbe solo da rimettere (per il proprietario)

      Elimina
  65. Buongiorno 1
    volevo una delucidazione x quello che mi è successo che brevemente riporto.
    x fare un favore ad un amico che si è separato ,(avendo un alloggio vuoto ) glielo dato ad uso gratuioto, in quanto voleva aspettare la sentenza di separazione , questo tutto nel 2007 , io volevo fare il contratto di affitto gia dall'inizio, pero lui a sempre sostenuto che non voleva compromettere la sua separazione, questa primavera ci siamo incontrati , perchè io volevo regolarizare la nostra posizione , in quanto sta passando troppo tempo, e gli ho chiesto di regolarizare o altrimenti di lasciarmi l'alloggio libero , perchè essendosi sposata mia figlia , lmi necessita x lei, lui mi ha risposto che ci sarebbe stata la senytenza ad ottobre(adesso), e poi avvremmo deciso cosa era da fare..
    bene l'altro giorno mi è arrivata una raccomandata , dove c'è scritto DENUNCIA VERBALE DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. do ve lui ha fatto un contratto rettroattivo dal 2007 , e poi fatto risoluzione e fatto un altro contratto, che parte dal da settembre 2012 scadenza nel 2016.
    la domanda che io le rivolgo è(sono stato un ingenuo e mi sono fidato di un amico che mi ha pugnalato alle spalle )
    cosa posso fare ,oltre pagarne le tasse con tutte le sue multe'
    posso chiedere una risoluzione del contratto , perchè l'alloggio serve x mia figlia avendo il marito che lavora saltuariamente , e abita fuori torino, e lavora in torino ?

    RispondiElimina
  66. ma non posso fare niente ? visto che il contratto sicuramente è 4+4 non è che devo penare x 8 anni ?
    un'altra domanda , quanto dovro pagare calcolando che ha dichiarato 4800 annui x il rettroattivo, e il nuovo contratto e di 1766 euro annui'

    RispondiElimina
  67. Buongiorno luca,
    mio zio ha un immobile locato per 6000 € l'anno. il contratto è 4+4, dal 01/10/2009 al 30/09/2013.
    per ignoranza non ha mai pagato imposta di registro annualità successive.
    ora mi ha chiesto una mano per sanare questa situazione.
    che fare??
    grazie mille!

    Sandro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. deve fare quello che c'è scritto in questo post per sanare la situazione. E' stato scritto appositamente

      Elimina
  68. buona sera Luca innanzi tutto la ringrazio x la sua risposta, e le chiedo essendo ignorante in materia , oltre ad aspettare i 4 anni x poterlo mandare via da casa mia , cosa devo fare io adesso, nel senso,devo andare a registrare qualcosa, in poche parole cosa devo fare , anche x regolarizare la mia situazione con l'ufficcio delle entrate ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ormai la situazione l'ha regolarizzata l'inquilino. lei deve solo aspettare che arrivi la cartella dell'AdE con le sanzioni.

      Elimina
  69. ciao Fabio !
    sono il proprietari che è stato denunciato dal suo inquilino , come ti ho postato sopra , volevo chiederti 2 cose , la prima , non riesco proprio a fare niente, x mettere mia figlia ?
    e la seconda cosa , calcolando quello che mi ha fatto , indicativamente quanto dovro pagare ? all'ufficio delle entrate , e cosa devo fare io adesso , devo andare a registrare qualcosa , ti chiedo un aiuto , perchè non so come uscirne fuori,
    un saluto
    Antonio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oramai le cose sono fatte, potrà dare disdetta all'inquilino 6 mesi prima della scadenza dei 4 anni con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. Per le sanzioni dovrà pagare l'imposta di registro evasa + il 30% dell'imposta di registro evasa + gli interessi del 2,5%

      Elimina
  70. e le sanzioni piu o meno quanto saranno ?

    RispondiElimina
  71. Buongiorno Luca ,
    per favore vorrei sapere,se per la risoluzione del contratto di affitto (commerciale) basta solo versare 67 euro con f23 ,oppure bisogna andare all'agenzia delle entrate. grazie saluti Franca

    RispondiElimina
  72. ciao, Fabio.
    visto che le cose ormai sono fatte, x i prossimi anni devo registrare qualcosa?
    che documenti devo presentare x la denuncia dei redditi , visto che non ho niente in mano ?
    devo farmi dare la copia del contratto dall'inquilino?
    posso richiedere la cauzione , visto che non mi ha mai dato niente, dei 3 mesi di canone , come primo contratto o come il secondo che gli ha conteggiato lagenzia delle entrate ?
    un cordiale saluto
    Antonio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1) per i prossimi anni deve provvedere a metà con l'inquilino a pagare il 2% sul canone annuo tramite F23 in banca
      2)L'inquilino già le ha inviato la copia della denuncia, quindi dia quella al suo commercialista e lui penserà a dichiarare l'affitto.
      3)le arriverà quasi certamente un avviso di accertamento (possono tornare indietro fino a 5 anni quindi fino al 2007). Per quest'anno se sente il suo commercialista può probabilmente ancora dichiarare l'affitto percepito nel 2012.
      4)Può chiedere le tre mensilità di cauzione per l'affitto che ha registrato l'inquilino

      P.s. mi chiamo Luca e non Fabio

      Elimina
  73. Buonasera caro Fabio
    dimenticandomi l'imposta di registro per annualità successive di un contratto 4+4, intendevo rimediare.
    RC causale
    112T codice tributo in misura del 2% su canone annuo rivalutato
    671T per sopratassa (confermi 3.75% essendo in ritardo di 10 mesi, perchè ho letto essere del 20% ma forse se il ritardo si riferisce alla prima registrazione)
    731T 2.5%, quindi [(289 giorni-30)/360]x2.5%ximposta

    grazie anticipatamente
    Mauro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mauro,
      si tutto ok. Va bene il 3.75%

      Elimina
    2. P.S. mi chiamo Luca e non Fabio

      Elimina
  74. Salve, vorrei un chiarimento ho un contratto stipulato nel 2007 ho effettuato il pagamento fino al 2011, quindi, 2007 era il primo anno e dal 2008 al 2011 annualità successive, e dovrei pagare quello per il 2012, dato che il contratto ha validità 4 anni ma c'è scritto che alla prima scadenza si rinnova automaticamente di altri 4 anni,quando vado a effettuare il pagamento dovrò farlo semplicemente come annualità successiva, col codice 112T o come rinnovo? in entrambe i casi la copia va consegnata all'agenzia delle entrate o rimane a me? Grazie, spero d'essere stata chiara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per i 4 anni di rinnovo t devi comportare come per le annualità successive quindi con codice 112T, poi conservi la copia e non la porti da nessuna parte.

      Elimina
    2. grazie, gentilissimo.

      Elimina
  75. Ciao, ho stipulato un contratto di affitto 4+4 nel 1999, dopo la prima registrazione del contratto non ho più pagato le quote annuali di registrazione. Come posso sanare questo ammanco? e quali sono le sanzioni a cui posso incorrere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. deve pagare da 2007 in poi, infatti per glia anni prima ormai non le potrà venire più indietro nulla. Per sanare deve leggere quello che c'è scritto nel post. Comunque dovrebbe anche registrare un nuovo contratto, per che ormai gli otto anni sono passati e il contratto è arrivato a scadenza.

      Elimina
  76. Ciao Luca, volevo porgerti il seguente quesito: ho un contratto di locazione di cui l'imposta era stata pagata per l'intero periodo (4 anni). Il contratto di locazione scade a maggio 2013, ma il conduttore da marzo 2012 non ha pagato più il canone e per tanto è stato avviato lo sfratto. Succede che nel settembre 2012 l'inquilino va via di casa e consegna le chiavi all'amministratore di condominio. Adesso mi chiedo: all'agenzia delle entrate si deve portare modello F23 pagato con i 67,00 euro di risoluzione anticipata del contratto (codice 113T) oppure cessione contratto - senza corrispettivo e imposta versata intero periodo (codice 110T)? qual'è la differenza tra questi due? inoltre si devono aggiungere sanzioni e interessi a partire da marzo 2012?
    Grazie, Geom. Fabio T.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cessione significa che cedi il contratto a qualcun'altro, quindi non credo sia il tuo caso.
      Devi pagare 67 € con l'F23 con codice 113T e ti tieni una copia senza portarla da nessuna parte. Inoltre se è stata pagata l'imposta di registro per l'intero periodo non devi pagare alcuna sanzione.
      Ricorda inoltre che siccome l’imposta è stata versata per l’intera durata, hai diritto al rimborso delle annualità successive a quella in corso (informati dal tuo commercialista)

      Elimina
    2. Tutto chiaro, grazie tante :)

      Elimina
  77. ciao luca,
    e vero che per la risoluzione di un contratto d affitto commerciale oltre che pagare 67 euro con f 23 bisogna consegnare all'ufficio delle entrate anche il mod. 69 ,con i dati catastali dell'immobile? ciao e grazie mario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vanno comunicati i dati catastali con modello CDC e non con modello 69 se non sono stati comunicati all'atto di registrazione.

      Per la comunicazione dei dati catastali nei casi di cessioni, risoluzioni e proroghe anche tacite dei contratti di locazione o di affitto di beni immobili, come previsto dal citato articolo 19, comma 15, del decreto legge 31 maggio
      2010, n.78, è approvato il nuovo modello “CDC”,

      Il “modello CDC” è utilizzato per la comunicazione dei dati catastali relativi a beni immobili oggetto di cessione, risoluzione e proroga di contratti di locazione o affitto già registrati al 1° luglio 2010.
      Il “modello CDC” è presentato in forma cartacea presso l’ufficio dell’Agenzia delle Entrate presso il quale è stato registrato il relativo contratto, nel termine di 20 giorni, dalla data del versamento attestante la cessione,
      risoluzione e proroga dei contratti di locazione o affitto di beni immobili.

      a questo link trovi il mod CDC e le istruzioni per la compilazione
      http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/home/cosadevifare/comunicaredati/daticatastaliimmobilicontrattilocazionefino2010/modelli+e+istruzioni+dati+catastali/indice+modello+dati+catastali

      Elimina
  78. Ciao Luca,
    avrei una domanda da farti. Ho in affittouna casa con contratto (4+4) registrato 3/11/2011. I miei inquilini hanno trovato una casa da comprare quindi lasciano l'appartamento a fine novembre o ai primi di dicembre.
    Posso evitare di fare il rinnovo e fare direttamente la disdetta del contratto???? entro quale data devo pagare per non avere more? Grazie mille e complimenti per laprofessionalità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, dovresti pagare il secondo anno entro il 3 dicembre 2012. Quindi teoricamente dovresti ripagare il rinnovo. L'unica scappatoia legale, sarebbe quella di optare per la cedolare secca, ma fare tutti questi giri per un mese mi sembra eccessivo.

      Elimina
  79. Ciao Luca, ho un locale commerciale locato per 5000,00€ annui a decorrere dal 1 settembre 2011.Devo pagare in ritardo l'imposta di registro per il 2012 con sanzione ed interessi.Mi è parso di capire che devo utilizzare il codice tributo 112T per l'annualità successiva alla prima.Ilcodice tributo 671T per la sanzione calcolata al 3,75% perche' superiore ai 30 giorni.Il codice tributo 731T per gli interessi al 2,5% su base annua.La causale SZ ma per l'anno ho trovato in qualche guida in rete che bisogna indicare l'anno in cui si è commessa l'infrazione (quindi 2012) e non l'anno di stipula del contratto.Inoltre nel campo numero devo indicare il numero di registrazione del contratto (ad esempio 03/10256)?Grazie anticipatamente della disponibilità Pietro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutto corretto, ma va messo anno 2011 cioè quello di registrazione, infatti che senso avrebbe mettere il numero di registrazione senza l'anno di registrazione?

      Elimina
    2. grazie della risposta!In effetti il mio dubbio era legato all'indicazione del solo anno della violazione (quindi 2012) senza il numero di registrazione oppure con il numero della registrazione del contratto ed a questo punto con l'indicazione dell'anno di registrazione 2011!Quindi posso procedere con la seconda ipotesi (ravvedimento anno 2011 + numero di registrazione del contratto)?
      Grazie ancora Pietro

      Elimina
    3. Non so se stiamo parlando della stessa cosa! Io per anno 2011 intendo quello da inserire al punto 10 (estremi dell'atto) dell'F23. In quel punto andrà anno 2011, ma poi nel rigo delle sanzioni al n° 12 dell'F23 (descrizione) dovrà indicare "sanzione ritardo imposta locazione 2A annualità" o dicitura simile; può anche omettere l'anno. Sempre nel campo 12 nel rigo dell'imposta di registro può scrivere: "imposta registro locazione 2A annualità". Mentre nel campo 12 del rigo degli interessi può scrivere semplicemente "interessi"

      Elimina
    4. P.s. l'anno 2012 non c'entra nulla, infatti la seconda annualità prende anche parte del 2013!

      Elimina
  80. Buongiorno Luca,
    ho appena scoperto questo meraviglioso blog. Ne approfitto per farti una domanda...anzi in realtà ne avrei più di una. Il 16 ottobre è scaduto il termine per il rinnovo dell'imposta di registro di un immobile in locazione. Il conduttore è da un po' di mesi che non paga l'affitto e mi ha appena comunicato di fare la chiusura del contratto perchè è in difficoltà economica. Non riesce a darmi i sei mesi di preavviso e fargli causa è una causa persa. Premetto che io non ho fatto il versamento del rinnovo dell'imposta entro il 16 ottobre per una dimenticanza...ora devo fare sia il rinnovo e poi successivamente pagare anche la risoluzione del contratto? Posso pagare solo la risoluzione? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio consiglio è quello di farti mandare una disdetta anticipata dall'inquilino e da lui firmata (anche senza i 6 mesi di preavviso) tramite raccomandata o al limite anche con raccomandata a mano. A quel punto paghi la disdetta con f23 datandola 15 ottobre ed entro 20 giorni da tale data devi pagare.
      Il problema è se poi non esce di casa e ti rimane dentro! Speriamo bene.
      Altrimenti non c'è altra soluzione che ripagare l'imposta di registro e poi quando se ne andrà la disdetta.

      Elimina
  81. Ciao Luca,
    avrei gentilmente bisogno di un tuo parere.

    Sono in affitto e ho stipulato un 4+4 a canone libero iniziato il 5.10.2011. Canone annuo 6600,00.
    Lo scorso anno, quando ho registrato il contratto, ho pagato quindi di imposta 132,00 euro.

    Mi confermi che ho 30 gg per il rinnovo?
    E che il rinnovo è il 2% del canone quindi altri 132,00 euro?
    Nell'F23, devo inserire altre voci? Ho visto che parlavi di interessi dell'1,5%...

    Un'altra cosa.
    Già d'accordo con il proprietario, il prossimo mese lascerò l'appartamento perchè cambierò casa. Quindi per mia decisione.
    Specifico che sul contratto ho fatto scrivere che me ne sarei potuta andare in qualsiasi momenti senza preavviso.
    Cosa devo fare? Compilare un altro F23 con il solo codice 110T, pagare solo 67,00 euro e consegnarlo all'AdE?

    Grazie mille per il tuo aiuto e la tua disponibilità.
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si hai 30 gg di tempo per pagare il 2% del canone annuo. L'1,5% non è per il tuo caso. Il codice per la risoluzione del contratto è 113T e non 110T

      Elimina
    2. Ops, 113T, giusto ^_^ Grazie mille, ti auguro una buona domenica!
      Chiara

      Elimina
    3. ciao luca volevo sapere se alla scadenza di un contratto locativo uso abitativo le mensilità anticipate vengono restituite con relativi interessi legali? grazie

      Elimina
    4. Se per mensilità anticipate intendi il deposito cauzionale allora la risposta è si, inoltre se nel contratto c'è una clausola che dice il contrario, questa è nulla.

      Elimina
  82. Ciao Luca,
    un quisito per favore ,l'inquilino di un mio magazzino di 70 mq,è andato via il 20 giorni fa e sto per affittarlo .ti chiedo se per la stipula del nuovo contratto occorre la certificazione energetica? considerando che il locale in questione ha solo una stufa a pellettes.grazie Mario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la normativa nazionale dice che per contratti d'affitto è obbligatoria la certificazione se l'immobile ne è già dotato. Poi c'è la legislazione regionale e questa varia da regione a regione. Non conosco la legislazione della tua regione a meno che tu non sia umbro.

      Elimina
  83. Potrei sapere la sanzione su un mancato pagamento di una proroga?
    E' passato più di 1 anno!
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la sanzione è 30% dell'importo dovuto più ovviamente l'imposta dovuta più interessi del 2,5%

      Elimina
  84. Il 9 aprile 2008 ho registrato un contratto di affitto di un locale commerciale.Il 22 marzo 2011 il tribunale emette una ordinanza di sfratto, per morosità, resa esecutiva il 12 aprile 2011. Giorno 11 luglio 2011 ho registrato un nuovo contratto di affitto. Desidero sapere se devo pagare la registrazione del vecchio contratto scaduto il 9 aprile 2011; se devo pagare posso pagare solo la mia metà? Infine se devo pagare anche la risoluzione del contratto del 2008. Ti ringrazio e ti invio tanti saluti.

    RispondiElimina
  85. ciao volevochiederti una info dovrei registrare una convenzione ASI (consorzio di sviluppo area industriare) volevo sapere l'f23 da pagare se potevi dirmi i codici dei tributi e l'importo Grazie mille

    RispondiElimina
  86. Ciao Luca. Innanzitutto complimenti per il blog. Questa mattina mi è arrivata una raccomandata dall'agenzia delle entrate che dice che non ho pagato l'imposta di registro contratto di locazione per le annualità successive (anno 2010 scadenza agosto). In quello stesso anno a dicembre l'inquilino è andato via con preavviso di 6 mesi ed io pagai solamente la risoluzione 113T.. Pensavo bastasse.. Invece mi sembra di capire che dovevo pagare anche l'imposta di registro annuale.. Ma devo pagarla interamente anche se è stato solo 5 mesi in quell'anno?? Da Agosto a Dicembre.. Inoltre, anche a distanza di 2 anni, spetterebbe a me e al vecchio inquilino in parti uguali compresa mora, notifica, etc..? Grazie mille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si devi pagare l'intero anno, e spetta a entrambi, sia a te che all'ex inquilino

      Elimina
  87. Salve Luca complimenti per la tua grande competenza di cui volevo approfittare facendoti un pò di domande.
    Sono conduttore di un contratto di locazione commerciale con data di inizio 1/10/2011 e devo effettuare (in ritardo!)il pagamento dell'imposta di registro prima annualità.Il calcolo dell'importo mi è abbastanza chiaro,un pò meno quello dei giorni di ritardo per la sanzione e gli interessi,inoltre non so se devo anche l'aumento ISTAT che nel contratto non è proprio menzionata.Un ultima cosa, dato che dal 1 c.m. è cambiato il proprietario dell'immobile,l'imposta che vado a pagare la compilo col nome del nuovo proprietario?
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ad oggi è in ritardo di 3 giorni quindi dovrà essere pagata anche una sanzione pari al 3% dell'imposta dovuta (l'imposta dovuta è del 2% sul canone annuo). é ovvio che nell'F23 dovrà inserire il suo nome (o il nome della società) e il nome del nuovo locatore. l'aumento istat se lei non lo paga non lo deve inserire nel calcolo dell'imposta. Per gli interessi vanno calcolati prendendo il 2,5% tramite il calcolo indicato nel post (immagino siano veramente esigui)

      Elimina
  88. Ciao Luca, sono Rosario, vista la tua grande esperienza, ho da chiederti un piccolo aiuto.
    Ho stipulato un contratto ad uso abitativo e registrato il 10 novem 2010, pagato il primo F23 il 5 ottobre 2010, ma il contratto parte dal 04.gen.2011.
    Ora volevo sapere le annualita successive, visto che vanno pagate entro 20gg, quale data devo fare riferimento? Quella della registrazione contratto, quella del primo F23 oppure quella della partenza del contratto? Tante Grazie

    RispondiElimina
  89. Ciao Luca, vista la tua grande competenza vorrei sottoporti un quesito.
    Mi è arrivato un avviso di liquidazione relativo all'imposta annuale del 2% non versata relativa al periodo dicembre 2010-dicembre 2011. F23 allegato riporta la sanzione piena del 30%, dando acquiescenza all'avviso non dovrei versare la sanzione ridotta ad un terzo?
    Inoltre (altro quesito)dovendomi ravvedere per l'anno successivo la causale da indicare nel modello F23 è RC o SZ?
    Grazie mille in anticipo per la tua disponibilità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la sanzione oltre 1 anno di ritardo è il 30%.
      devi indicare SZ, RC si indica solo per la prima registrazione.

      Elimina
  90. Ciao Luca,grazie in anticipo per la sua competenza e grande disponibilità. Volevo chiederle se i miei calcoli sono giusti così da poter compilare l'F23 per il pagamento dell'imposta di registro seconda annualità:
    data contratto 1/10/2011
    canone annuo 9600,00 euro
    imposta 192,00 112T
    sanzione 3% 5,76 (euro 6)671T
    interessi 2,5% (ad oggi giorni di ritardo n.6)0,08 che arrotondo a? 731T
    CAUSALE:SZ ANNO:2011
    Grazie,Sara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutto corretto! per gli interessi arrotonda ad 1 € almeno non sbagli.

      Elimina
    2. Grazie mille.

      Elimina
  91. Ciao Luca, volevo porti il seguente quesito: sto preparando un nuovo contratto di locazione di durata 4 anni e rinnovo ogni 4 anni. Mettiamo caso che fra 2 anni un mio amico, vuole comprare l'appartamento che ho affittato ed egli vuole continuare a percepire l'affitto che percepivo io dai conduttori attuali, è possibile ciò? se si, che cosa devo aggiungere nel contratto che adesso voglio stipulare, la voce di possibile vendita ad altra persona? hai visto in rete o riscontrato nella realtà un caso simile?
    Grazie e ancora saluti da Geom. Fabio T.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è possibile ciò che mi dici. Non c'è nulla di particolare che devi scrivere nel contratto, se non (per sicurezza) che è escluso il diritto di prelazione dell'inquilino in caso di vendita dell'immobile locatogli. Poi una volta che vendi al tuo amico basta solo fare una comunicazione in carta semplice all'Agenzia delle Entrate che lui subentra a te nel contratto registrato a ...... il........ al n°....... e gli porti anche F23 pagato (attualmente 67€)

      Elimina
    2. si, questa voce mi sa che l'aggiungo nel contratto appunto per sicurezza, ed una comunicazione allo sportello del protocollo con comunicazione di cessione fabbricato e mod. f23 con codice 110T suppongo. Tutto chiaro, grazie come sempre ;)
      Geo. Fabio T.

      Elimina
    3. f23 con codice 110T. La cessione di fabbricato in caso di compravendita è automatica, non serve più farla

      Elimina
  92. ciao Luca.
    l'inquilino che sta a casa mia mi ha fatto una denuncia verbale di locazione alla AdE. ADESSO LUI PAGA IL CANONE COME LA LEGGE LO PREMIA PARI A 3 VOLTE IL VALORE CATASTALE DELL'IMMOBILE.
    LA MIA DOMANDA è :
    io non ho niente in mano , a parte delle ricevute dei pagamenti che ha effettuato lui, con tutte le sanzioni, e un foglio dell'ufficio delle entrate dove sono segnate le date di inizio contratto, come posso fare x avere il contratto vero e proprio , che suppongo che l'inquilino dovrà avere , lui è obbligato a darmene una copia , anche perchè nei prossimi anni bisogna pagare la registrazione, o ci deve pensare lui( visto che ha fatto tutto lui , dopo che io lo aiutato, che era immezzo ad una strada, che la moglie la cacciato di casa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. richiedine una copia all'inquilino. Non so se ha registrato il contratto che avevate fatto oppure ha fatto solo la denuncia perché il contratto non c'è mai stato. In quest'ultimo caso richiedi copia della denuncia e portala al tuo commercialista (basta quella). Per l'imposta di registro la dovete pagare entrambi e spetta metà ciascuno

      Elimina
  93. ciao Luca.
    sono sempre quello che è stato denunciato dal suo inquilino , e adesso devo sottostare al nuovo contratto di affitto pari a 3 volte il valore catastale. la mia domanda è :
    siccome io e mia moglie siamo (quasi) in fase di separazione consensuale, e lei(moglie) essendo custode in uno stabile con alloggio, x cui io non ho nessun diritto , perchè è il suo lavoro. x rientrare in posesso dell'alloggio dove attualmente sta questo infame , devo aspettare la scdenza dei 4 anni o posso ( non avendo altri posti dove andare ) rientrare nel mio alloggio ?

    RispondiElimina
  94. Aiuto. Prima registrazione di un contratto di locazione. L'imposta è di 144,00 e doveva essere pagata entro il 14 ottobre 2012. Alla data di oggi 14 novembre 2012 quanto si deve versare per sanzioni ed interessi? grazie mille

    RispondiElimina